SEI SOFFOCANTE


Mentre le note dell'orchestra continuano a diffondersi nell'aria Igor si rivolge a Lucrezia guardandola negli occhi.
<<Non devi più vederlo!>>
<<Chi?>> Lucrezia lo fissa senza capire, la sua mente è ancora immersa nel loro precedente incontro d'amore....
<<Lo stronzo che era con te e che sta seduto vicino alla tua amica. Se non la smette di fissarti gli cambio i connotati.>>
<<Mi ama!>> lo prooca lei per vedere la sua reazione.
<<Questo è molto interessante.>>
L'espressione di Igor trdisce furore. <<Non ti farei mai del male intenzionalmente, Lucrezia, ma.....- attenta a quello che fai, te lo ripeto per l'ultima volta.- Sei mia!>> quasi urla.
<<Lo so, ma sei soffocante, non puoi costantemente ricordarmelo e impormelo.>>
E' visibilmente seccata, non vuole costrizioni nella sua vita. Reputa il sesso diverso dal sentimento e se con il primo gli ubbidisce, non fa altrettanto con il secondo.


foto di L'investigatrice dell'anima. A.G. Monachesi Psicoterapeuta Scrittrice
Dal libro "La terapia del bastardo di razza" di A.G. Monachesi Phasar Edizioni
Ordinabile in qualsiasi libreria E-Book
www.phasar.net/catal…/libro/la-terapia-del-bastardo-di-razza

Commenti

Post popolari in questo blog

BUONANOTTE! ANGELI DELLA NOTTE!

BUONANOTTE! DESTINO!