UN PIZZICO DI DELUSIONE


<<Dove hai lasciato la tua amichetta?>> Le labbra s'increspano dispettose.
<<A casa sua non mi serviva più:>>
<<Il solito strafottente. non ti ho visto uscire dal ristorante.>> ...
<<Eri troppo occupata.>>
Lucrezia lo fissa incuriosita: <<A fare cosa?>>
<<A scodinzolare per il coglione.>> La mano di Igor si chiude a pugno <<E non hai guardato dove ero io.>> Le risponde sarcastico.
Lucrezia per non destare altri sospetti in Danilo era uscita senza lanciare un'occhiata al tavolo di Igor.
Un attimo dopo le porte dell'ascensore si riaprono sul pianerottolo, per richiudersi dietro di loro.
Igor la stringe tra le sue braccia e le dà un fugace bacio sul collo.
<<Buonanotte.>>
Lucrezia sente un pizzico di delusione <<"Tanta attesa per darmi un bacetto?" Buonanotte a te.>>
Gli dà le spalle prende la chiave nella borsa e apre la porta della sua abitazione.
Un leggero bacio sulla spalla la fa voltare.
<<Buon compleanno!>> La voce di Igor è calda e sensuale.

A.G. Monachesi Psicoterapeuta Scrittrice
Dal libro "La terapia del bastardo di razza" di A.G. Monachesi Phasar Edizioni
Ordinabile in qualsiasi libreria E-Book
www.phasar.net/catalogo/libro/la-terapia-del-bastardo-di-razza

Commenti

Post popolari in questo blog

BUONANOTTE! ANGELI DELLA NOTTE!

BUONANOTTE! DESTINO!