SEI MIA, SOLO MIA!


<<Gli uomini che sono rimasti all'esterno della pista da ballo possono intervenire e chiedere di ballare con la vostra dama.>> dice il maestro di cerimonia. Sulla scia dei balli successivi iniziano a formarsi le nuove coppie.
<<Posso intromettermi?>>
Una voce fredda e controllata alle spalle di Danilo interrompe il suo volteggio, si gira e incrocia lo sguardo cupo e imperscrutabile dell'uomo che veste total-black con cravatta di raso dello stesso colore. Vo...rrebbe urlargli <<No!>> ma fa un passo indietro e a malincuore la lascia andare.
Igor con i suoi capelli sempre scarmigliati, gli occhi bollenti e ammaliatori da bastardo qual è fa scivolare un braccio intorno alla vita di Lucrezia e l'attira a sè reclamandone il possesso.
Mentre l'orchestra attacca un'altra canzone le chiede: <<Ti stai divertendo?>> Il suo sorriso diventa un ghigno malizioso e la stringe ancora di più.
<<Mi fai male!>> Protesta Lucrezia che cerca di tenere a freno la dolorosa voglia di lui, che reclama per essere ascoltata.
L'uomo per tutta risposta la stringe ancora più forte tra le braccia. Vorrebbe stritolarla tra le dita per poi farla sua.
<<Perché cazzo ti trovo con lui?>> I suoi occhi sono sempre più
scuri mentre la fissano. <<Sei mia, solo mia, come fartelo capire?>> L'afferra e la bacia con violenza e passione incurante della folla che li circonda sulla pista da ballo.
Nel frattempo Danilo in un angolo della pista li osserva impassibile, senza tradire alcuna emozione.

A.G. Monachesi Psicoterapeuta Scrittrice
Dal libro "La terapia del bastardo di razza" di A.G. Monachesi Phasar Edizioni
Ordinabile in qualsiasi libreria E-Book
www.phasar.net/catal…/libro/la-terapia-del-bastardo-di-razza

Commenti

Post popolari in questo blog

BUONANOTTE! ANGELI DELLA NOTTE!

BUONANOTTE! DESTINO!